,

Tachipirina in allattamento

Gli studi confermano che allattare i bambini al seno è molto importante, per le preziose sostanze contenute nel latte materno. Se durante l’allattamento la mamma ha bisogno di farmaci, non deve temere, può assumere la tachipirina.

Tachipirina: consigli per le mamme che allattano

Il timore della mamma che nutre al seno il piccolo è di ammalarsi o di avere qualche disturbo che la porta a ricorrere a un farmaco. I dubbi sono legati alla possibile nocività dei medicinali e se sia prudente continuare ad allattare o sospendere. I medici sconsigliano l’uso di farmaci senza controllo, perché alcuni di essi potrebbero danneggiare il neonato.

Leggi anche: Come evitare le ragadi in allattamento

Questo avviene perché le sostanze contenute nelle medicine passano al bambino attraverso il latte materno. Non si può escludere che piccolissime dosi arrivino al neonato, ma alcuni farmaci, tra i quali il paracetamolo, non sono pericolosi. Questa sostanza, utile come analgesico e per i problemi legati all’allattamento, come la mastite, non richiede la sospensione della nutrizione al seno. La molecola è spesso prescritta anche durante la gravidanza e i pediatri la consigliano in caso di febbre nei bambini.

Vi sono, tuttavia, alcune precauzioni che la mamma può prendere quando allatta, a maggiore tutela del proprio figlio, anche se si tratta di paracetamolo. È consigliabile assumerlo solo se indispensabile, in caso di febbre alta o di dolori insopportabili. Prima di decidere di prendere un medicinale mentre si allatta, è preferibile parlarne al medico, per sapere quale dosaggio sia più indicato e meno rischioso.

È, inoltre, importante, quando possibile, usarne in quantità minima e per un periodo limitato. Un altro modo per limitare l’assorbimento del farmaco da parte del lattante è di tenere l’assunzione lontana dalle poppate, prendendolo subito dopo, in modo da lasciare un intervallo più lungo fra una poppata e l’altra.

Avete avuto anche voi la necessità di assumere il paracetamolo, mentre allattavate?

Leggi anche: Smettere di allattare: quando e come?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *