,

Primi sintomi della gravidanza

Anche se la risposta certa possono darla soltanto il test e il dottore, esiste una serie di “indizi” che annunciano la gravidanza. Riconoscerli non è sempre facile, ma vale la pena di imparare ad ascoltare i segnali che ci invia il nostro corpo.

Bambino in arrivo? Ecco alcuni dei primi sintomi della gravidanza

Le donne che desiderano avere un figlio possono “drizzare le antenne” ben prima di avere la conferma ufficiale di essere incinte. Infatti, ci sono alcuni piccoli segnali che si manifestano nei giorni immediatamente successivi al concepimento: eccone alcuni.

Attenzione ai primi sintomi

Pancia e seno rivelano ben presto la novità: l’addome può risultare teso, gonfio e si avvertono piccoli crampi a livello dell’utero, mentre i seni diventano più duri, doloranti e più grandi, come i capezzoli, che appaiono anche più scuri. Non è raro che la donna non riesca più a dormire a pancia in giù proprio a causa di queste sensazioni rivelatrici.

Un altro indizio fisiologico della nuova condizione può essere lo stimolo frequente a fare pipì. Sempre in queste prime fasi subentra spesso il bisogno di andare a letto presto: la stanchezza, magari accompagnata da dolorini alla schiena, è un’altra caratteristica tipica dei primi giorni da incinta.

Leggi anche: Sviluppo del feto in gravidanza, ecco le tappe

La nausea rivelatrice

Un indizio particolare è la maggiore sensibilità agli odori, che può portare a percepire come fastidiosi profumi neutri o addirittura normalmente apprezzati. L’olfatto più sottile va spesso di pari passo con la nausea: incubo di ogni futura mamma e tipico sintomo delle prime fasi della gestazione, quest’indisposizione è spesso presente di prima mattina (nausea mattutina) e di rado si traduce nell’effettiva necessità di rigettare, anzi, il più delle volte non ha grandi ricadute sull’appetito.

Largo al test!

Ovviamente, non è detto che questi segnali si verifichino tutti insieme né che tutte le donne sperimentino le stesse sensazioni. Uno degli indizi più inequivocabili è il ritardo nell’arrivo delle mestruazioni, specie se normalmente si ha un ciclo regolare e se si osservano delle piccolissime perdite: a questo punto, è davvero ora di togliersi ogni dubbio e fare il test!