,

Ovulazione: i sintomi per riconoscerla

Riconoscere i primi segni dell’ovulazione è un buon metodo naturale per aumentare le probabilità di concepimento. La donna che desidera rimanere incinta dovrebbe prestare attenzione ai primi segnali dell’ovulazione al fine di individuare i giorni migliori per il concepimento.

Quali sono i segnali dell’ovulazione?

Partiamo dal presupposto che non tutte le donne sono uguali: ognuna di noi può manifestare sintomi completamente differenti fra di loro, oppure non avere alcuni dei sintomi tipici dell’ovulazione.

In linea di massima però ci sono dei precisi segnali che quasi tutte le donne manifestazione proprio nei giorni precedenti l’ovulazione. Imparare a riconoscerli vi aiuterà a ricevere prima la visita della cignogna!

Leggi anche: Come rimanere incinta in tempi brevi

Attenzione alle fitte nel basso ventre

Alcune donne (ma non tutte) dicono di sentire delle fitte, più o meno forti a seconda della propria soglia del dolore, nella zona del basso ventre. Esattamente dove si trovano le ovaie.

La fitta è simile ad un crampetto improvviso e della durata di pochi secondi. Questo è un segnalate chiaro di ovulazione in corso. Se siete in cerca di un bambino e sentite questa fitta… non fate passare troppe ore prima di trascorrere una serata romantica con il vostro lui!

Attenzione alle perdite lattiginose

Uno dei segnali per accellenza che precedono l’ovulazione (e presenti in modo più o meno uguale in tutte le donne) e un aumento delle secrezioni vaginali.

Quando l’ovulo è maturo e sta per intraprendere il suo viaggio nelle ovaie della donna, si presentano delle perdite vaginali lattiginose e biancastre che diventano più dense con l’avvicinarsi dell’ovulazione. Quando noti questo cambiamento, sarebbe opportuno aumentare il numero di rapporti cercando di intensificarli proprio in quei giorni.

Solitamente questo aumento di secrezioni ha una durata che va dai 3 ai 5 giorni.

Leggi anche: Le posizioni che favoriscono il concepimento