,

Come riconoscere le contrazioni

I nove mesi di gravidanza passano in fretta: anche se inizialmente ti sarà sembrato che questo tempo non passasse mai, adesso ti ritrovi ad affrontare gli ultimi giorni di gestazione con tanti dubbi e paure. Riuscirò ad accorgermi delle contrazioni? Mi accorgerò subito che sto per partorire?

Come riconoscere le contrazioni

Le contrazioni sono dei movimenti involontari (ossia che non puoi controllare) dell’utero che sono necessari per affrontare il parto ed aiutarti a far nascere il tuo bambino.

Anche durante la gravidanza ti sarà sicuramente capitato di sentire delle piccole fitte laterali che potrebbero averti preoccupato: si tratta delle contrazioni preparatorie. Le contrazioni preparatorie sono una sorta di “allenamento” che avviene nell’utero perchè il tuo corpo si sta allenando per il grande evento, facendo saltuariamente una sorta di “controllo” per verificare che tutto funzioni correttamente.

Le contrazioni vere e proprie, che precedono il parto, possono presentarsi in modo diverso da donna a donna. Solitamente iniziano alcune ore prima del parto vero e proprio (in alcuni casi anche 2/3 giorni prima) con piccole fitte iniziali.

Le prime contrazioni solitamente non sono dolorose ma si presentano come uno stiramento del muscolo, difficile da localizzare con precisione. Potresti sentire tirare la parte bassa o laterale della pancia, come se fosse una “fascia tirata”.

Come capire se stai per partorire

Inizialmente possono presentarsi anche in modo ravvicinato e senza uno schema preciso: puoi sentire la prima, la seconda dopo 10 minuti, la terza dopo mezz’ora e così via. La cosa importante è, nel momento in cui ti accorgi che le fitte che senti potrebbero essere contrazioni dovute all’avvicinarsi del parto, prendere subito nota degli orari in cui si presentano.

Tieni a portata di mano un foglio ed una penna ed annota l’orario preciso di ogni contrazione; se queste si presentano sempre più insistenti e ravvicinate, è il caso di prendere il borsone per il parto e recarsi in ospedale oppure contattare subito il tuo ginecologo di fiducia.

Spesso, ma non sempre, con l’inizio delle contrazioni corrisponde la rottura delle acque. Se questo è il tuo caso, è bene recarti subito presso la struttura ospedaliera più vicina per essere seguita in modo appropriato ed affrontare il parto con tutta la serenità di cui hai bisogno.

A te com’è andata? Hai riconosciuto subito le contrazioni del parto? Faccelo sapere lasciando un commento a questo articolo!

One Comment