,

Come proteggere i bambini dall’afa estiva

Il caldo e l’afa di questi giorni hanno messo a dura prova le famiglie. A soffrire maggiormente il caldo sono in particolare gli anziani e i bambini, le fasce più deboli della popolazione e più a rischio. Quando le temperature salgono e l’umidità non dà tregua, come proteggere i bambini dall’afa estiva?

Sos caldo: come proteggere i bambini dall’afa estiva

Ci sono tanti piccoli gesti e accorgimenti che puoi mettere in atto per proteggere il tuo bambino dall’afa. È importante prestare particolare attenzione ai più piccoli, perché i neonati hanno un sistema di termoregolazione non ancora completamente sviluppato.

I bimbi piccoli non sudano come gli adulti e quindi non riescono ad abbassare autonomamente la loro temperatura corporea. Per questo motivo è fondamentale proteggerli e aiutarli adottando abitudini e comportamenti anti-caldo.

Restare in casa nelle ore più calde: nelle ore centrali della giornata (dalle 11 alle 17 circa) evita di uscire con il tuo bambino. Se necessiti di fare delle commissioni, cerca di organizzare i tuoi impegni nelle prime ore della mattinata oppure nel tardo pomeriggio.

Prediligi abiti leggeri e di colore chiaro: scegli per il tuo bimbo abiti in tessuti naturali come il cotone e di colore chiaro. I colori scuri, infatti, assorbono una maggiore quantità di luce e amplificano la sensazione di calore.

Leggi anche: Ogni quanto cambiare il pannolino ai bambini?

Usa sempre la crema solare: non pensare che la crema solare serva solo se vai in spiaggia. Ci si deve sempre proteggere dai raggi del sole, anche in città. Se hai un bambino piccolo porta sempre con te una crema solare ad altissima protezione e distribuiscila sulla pelle di tuo figlio anche se devi uscire di casa per pochi minuti. Sarà protetto da scottature e danni alla pelle.

Consuma tanta acqua e cibi ricchi di liquidi: per reidratare i liquidi persi con il sudore è fondamentale bere molta acqua. Tieni sempre a portata di mano una bottiglietta d’acqua da offrire a tuo figlio per dissetarsi e rinfrescarsi. Non esagerare con i succhi di frutta e con i gelati, ricchi di zucchero. A tavola, proponi cibi poveri di grassi e fai spazio a frutta e verdura.

Condizionatore? Sì, ma senza esagerare. Dover stare in casa nelle ore centrali della giornata può trasformarsi in un incubo quando il sole picchia senza sosta. Per trovare un po’ di refrigerio potresti accendere il condizionatore, ma fai attenzione a impostare la temperatura in modo corretto.

La temperatura interna alla casa non dovrebbe essere sproporzionata rispetto alla temperatura esterna e comunque non dovrebbe scendere sotto i 24-25°C. Inoltre, verifica che il bambino non si avvicini troppo al getto d’aria del condizionatore e, se accendi il condizionatore mentre sta riposando, controlla che il getto sia direzionato altrove.

Leggi anche: Mellin ti regala un cofanetto omaggio per il tuo bambino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *